LE GROTTE DEL BUE MARINO

Le celebri grotte che ospitarono la ormai leggendaria foca monaca, sono divenute nel corso degli anni meta abituale dei turisti in battello, con un breve viaggio partendo dal piccolo molo di Cala Gonone è infatti possibile visitarle attraversando le acque di smeraldo lì sino alla piccola banchina all’entrata di quell’antro cullato dallo scroscio delle onde. All’interno, i suoi due cunicoli principali si snodano per circa 5 km, terminando nella piccola spiaggia dove le foche davano alla luce i loro piccoli. All’interno è possibile ammirare alcune figure danzanti incise sulle pareti calcaree e risalenti al neolitico. Dal 2013 la manifestazione Cala Gonone Jazz Festival ha accettato l’ospitalità di questo suggestivo luogo considerandolo una seconda casa, decidendo di inserire nel palinsesto i concerti mattutini, decisamente apprezzati da pubblico, turisti e curiosi, artisti e la stessa organizzazione che ha trovato nel maestoso ingresso della grotta un adeguato spazio con un’ottima acustica. Una cupola incantevole separata dal mondo, dove i musicisti vengono sopraffatti e ispirati dai suoi suoni naturali e dal cielo dipinto sul soffitto grazie ai riflessi del mare.


VIDEO